Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Quando usare il telefonino uccide

Sms_disaster_2
Le notizie arrivate oggi dagli USA sul disastro in California (il guidatore del treno che non ha visto il semaforo rosso stava inviando degli SMS) pongono di nuovo e drammaticamente l’attenzione sul problema della distrazione causata dai telefonini ai guidatori di qualsiasi mezzo di trasporto.

Il collegamento fra incidenti ed uso di dispositivi elettronici alla guida e’ noto e studiato in Interazione Uomo-Macchina da almeno 10 anni, ma in diversi paesi i legislatori trascurano gli esiti di tali ricerche. Qui in Italia si era partiti bene, nei primi anni di vita della telefonia cellulare, vietando completamente l’utilizzo del telefonino portatile mentre si guida, poi e’ subentrato l’attuale atteggiamento compiacente che consente al guidatore l’uso del telefonino portatile con auricolare. Tale pericolosa concessione e’ basata su ragionamenti semplicistici ("Se il guidatore riesce a tenere le due mani sul volante, non c’e’ nessun problema") o falsi ("Parlare con una persona al telefonino non e’ diverso dal parlare con un passeggero"). Vediamo perche’. Innanzitutto, tenere le mani sul volante e’ solo uno degli aspetti importanti per
garantire la sicurezza. Ce ne sono almeno altri due assolutamente
cruciali da considerare:

  • Dov’e’ rivolto lo sguardo del guidatore. Ad esempio, se il guidatore ha tutte e due le mani sul volante, ma abbassa lo sguardo per leggere un avviso che gli e’ arrivato sul telefonino (appoggiato sulle gambe o alla propria destra), non guarda piu’  la strada e non e’ in grado di reagire ad eventi improvvisi (ad esempio, la frenata di un veicolo davanti a se’ o l’attraversamento di un pedone). Non e’ un caso che le ricerche svolte abbiano mostrato come momenti di rischio particolarmente elevato nell’uso di portatili in auto siano l’arrivo e l’effettuazione di chiamate: quando arriva la chiamata, capita spesso che il telefono si trovi distante dal guidatore e che questi rivolga lo sguardo all’interno dell’abitacolo anche a lungo per trovarlo e poi recuperarlo; quando si effettua una chiamata con un portatile, e’ rarissimo l’uso di comandi vocali e si va a guardare il display del dispositivo distogliendo di nuovo lo sguardo dalla strada.   
  • Dov’e’ rivolta la mente del guidatore. Anche se una persona  guida con le mani sul volante e lo sguardo sulla strada, puo’ comunque essere fortemente distratta da una conversazione telefonica. Le nostre risorse mentali sono infatti limitate e se ne dobbiamo dedicare molte a sostenere la conversazione, la capacita’ di prestare attenzione a cosa succede sulla strada diminuisce sensibilmente (gli incidenti originati da questa situazione vengono chiamati "looked, but not seen", cioe’ "ho guardato, ma non ho visto"). In tal senso, parlare con una persona al telefonino e’ piu’ pericoloso che parlare con un passeggero per almeno due motivi. Primo, perche’ il passeggero vede sia noi che la situazione della strada e quindi adatta i contenuti e le modalita’ della propria comunicazione alle circostanze. Ad esempio, se ci vede stressati, evita di coinvolgerci in conversazioni impegnative oppure se vede che la situazione di guida e’ in questo momento molto impegnativa o rischiosa, se ne sta zitto e aspetta che la situazione ritorni normale. Al contrario, la persona che ci parla al telefonino da lontano, magari spaparanzata a casa sul divano, e’  inconsapevole della situazione in cui ci troviamo e ci parlera’ come se fossimo nel suo salotto, senza farsi problemi sulla complessita’ degli argomenti, sulle emozioni che ci suscita, sul come e quando parlarci. Cio’ puo’ richiedere di dedicare una grossa quantita’ di risorse mentali  a gestire la conversazione e tale richiesta puo’ inoltre arrivare nelle situazioni di guida meno opportune. Secondo, la comunicazione via linea telefonica e’ molto meno chiara (e puo’ essere anche disturbata da interferenze) di quella con un passeggero e cio’ sottrae un’ulteriore parte della nostra attenzione. 

Quindi, la scelta razionale per la propria ed altrui sicurezza e’ quella di usare il telefonino portatile soltanto a veicolo parcheggiato.

Chi volesse approfondire gli aspetti di ricerca su questi argomenti, puo’ trovare molte informazioni in questo ampio articolo tecnico che ho scritto tempo fa.

© 2008 Luca Chittaro, Nova100 – Il Sole 24 Ore.