Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il Terremoto Ricostruito in Realtà Virtuale

Terremoto_friuli_2

La valanga di notizie provenienti dall’Abruzzo e dall’Aquila non riesce a fornire un quadro completo dell’orrore del terremoto. Infatti, la cronaca puo’ dare un’idea precisa degli effetti del sisma (numero di vittime, numero di edifici distrutti, operazioni di soccorso,…), ma l’evento terremoto in se’ passa in secondo piano, perche’ e’ difficile trasmettere le emozioni, la paura, lo sbigottimento e l’angoscia, che si provano ad essere vittime del disastro.

Per riuscire a far comprendere almeno parzialmente questi aspetti a chi non li ha vissuti in prima persona, avevo recentemente realizzato un progetto di ricerca specifico (i cui dettagli tecnici sono descritti anche in un articolo scientifico). Il video che trovate qui sotto e’ la ricostruzione in realta’ virtuale di una parte di cio’ che si vede e si sente durante un terremoto (alzate il volume mentre lo guardate, perche’ il suono e’ una parte fondamentale, come testimoniano i racconti dei sopravvissuti).

La chiesa che vedrete crollare nel video e’ la cattedrale di di Venzone, in Friuli, e la scossa che viene simulata e’ quella di 6,4 gradi Richter che
colpi’ quella regione nel 1976. Ma il trauma che si vive e’ lo stesso, a prescindere dalla latitudine a cui si verifica il terremoto. Ed oggi un tragico filo unisce questo 6 Aprile abruzzese al 6 Maggio che sconvolse il Friuli.

© 2009 Luca Chittaro, Nova100 – Il Sole 24 Ore.